EuroZoid
Discover The Most Popular Places In Europe

Via della Spiga, Milan | Tourist Information


Via della Spiga
Milan, Italy 20121


Via della Spiga is one of the Italian city of Milan's top shopping streets, forming the north-east boundary of the luxurious Quadrilatero della Moda (literally, "fashion quadrilateral"), along with Via Monte Napoleone, Via Manzoni, Via Sant'Andrea and Corso Venezia.

Landmark Near Via della Spiga

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo
Milan, Italy 20122

02-860-358 or 02-8646-3456

Il Duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d'Italia, dedicata a Santa Maria Nascente, situata nell'omonima piazza, nel centro della metropoli. Per superficie è la terza chiesa cattolica nel mondo dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia. È la cattedrale dell'arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.StoriaUna nuova cattedrale europeaNel luogo in cui sorge il Duomo un tempo si trovavano l'antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile, l'arcivescovo Antonio de' Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città. Per il nuovo edificio si iniziò ad abbattere entrambe le chiese precedenti: Santa Maria Maggiore venne demolita per prima, Santa Tecla in un secondo momento, nel 1461-1462 (parzialmente ricostruita nel 1489 e definitivamente abbattuta nel 1548).

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo
Milan, Italy 20122

02-860-358 or 02-8646-3456

Il Duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d'Italia, dedicata a Santa Maria Nascente, situata nell'omonima piazza, nel centro della metropoli. Per superficie è la terza chiesa cattolica nel mondo dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia. È la cattedrale dell'arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.StoriaUna nuova cattedrale europeaNel luogo in cui sorge il Duomo un tempo si trovavano l'antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile, l'arcivescovo Antonio de' Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città. Per il nuovo edificio si iniziò ad abbattere entrambe le chiese precedenti: Santa Maria Maggiore venne demolita per prima, Santa Tecla in un secondo momento, nel 1461-1462 (parzialmente ricostruita nel 1489 e definitivamente abbattuta nel 1548).

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo, Milan, MI, Italy
Milan, Italy 20142

Milan Cathedral is the cathedral church of Milan, Italy. Dedicated to St Mary of the Nativity (Santa Maria Nascente), it is the seat of the Archbishop of Milan, currently Cardinal Angelo Scola. The Gothic cathedral took nearly six centuries to complete. It is the largest church in Italy (the larger St. Peter's Basilica is in the State of Vatican City) and the fifth largest in the world.HistorySt Thecla'sMilan's layout, with streets either radiating from the Duomo or circling it, reveals that the Duomo occupies what was the most central site in Roman Mediolanum, that of the public basilica facing the forum. The first cathedral, the "new basilica" (basilica nova) dedicated to St Thecla, was completed by 355. It seems to share, on a slightly smaller scale, the plan of the contemporaneous church recently rediscovered beneath Tower Hill in London. An adjoining basilica was erected in 836. The old octagonal baptistery, the Battistero Paleocristiano, dates to 335 and still can be visited under the Milan Cathedral. When a fire damaged the cathedral and basilica in 1075, they were rebuilt as the Duomo.

Royal Palace of Milan
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo, 12
Milan, Italy 20122

Il Palazzo Reale di Milano è stato per molti secoli sede del governo della città di Milano prima, del Regno del Lombardo-Veneto poi e residenza reale fino al 1919, quando viene acquisito al demanio diventando sede di mostre ed esposizioni.Originariamente progettato con un sistema di due cortili, poi parzialmente demoliti per lasciare spazio al Duomo, il palazzo è situato alla destra della facciata del duomo in posizione opposta rispetto alla Galleria Vittorio Emanuele II. La facciata del palazzo, seguendo la linea dell'antico cortile, forma una rientranza rispetto a piazza del Duomo, chiamata piazzetta reale.Di particolare importanza è la Sala delle Cariatidi al piano nobile del palazzo, che occupa il luogo dell'antico teatro bruciato nel 1776 ed è l'ambiente più significativo sopravvissuto, anche se gravemente danneggiato, al pesante bombardamento anglo-americano del 1943; ai danni causati dagli spezzoni incendiari e dai violenti spostamenti d'aria fece seguito uno stato di abbandono durato per più di due anni, fatto questo che causò al palazzo danni ben più gravi, con la perdita di buona parte degli interni neoclassici.Novecento anni di storiaDalle origini al CinquecentoLegato a filo doppio con la storia della città, il palazzo reale ha origini antiche. Nasce con il nome di Palazzo del Broletto Vecchio ed è sede del governo della città durante il periodo dei comuni nel basso medioevo.

Royal Palace of Milan
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo, 12
Milan, Italy 20122

Il Palazzo Reale di Milano è stato per molti secoli sede del governo della città di Milano prima, del Regno del Lombardo-Veneto poi e residenza reale fino al 1919, quando viene acquisito al demanio diventando sede di mostre ed esposizioni.Originariamente progettato con un sistema di due cortili, poi parzialmente demoliti per lasciare spazio al Duomo, il palazzo è situato alla destra della facciata del duomo in posizione opposta rispetto alla Galleria Vittorio Emanuele II. La facciata del palazzo, seguendo la linea dell'antico cortile, forma una rientranza rispetto a piazza del Duomo, chiamata piazzetta reale.Di particolare importanza è la Sala delle Cariatidi al piano nobile del palazzo, che occupa il luogo dell'antico teatro bruciato nel 1776 ed è l'ambiente più significativo sopravvissuto, anche se gravemente danneggiato, al pesante bombardamento anglo-americano del 1943; ai danni causati dagli spezzoni incendiari e dai violenti spostamenti d'aria fece seguito uno stato di abbandono durato per più di due anni, fatto questo che causò al palazzo danni ben più gravi, con la perdita di buona parte degli interni neoclassici.Novecento anni di storiaDalle origini al CinquecentoLegato a filo doppio con la storia della città, il palazzo reale ha origini antiche. Nasce con il nome di Palazzo del Broletto Vecchio ed è sede del governo della città durante il periodo dei comuni nel basso medioevo.

Giardini Pubblici Indro Montanelli
Distance: 0.5 mi Tourist Information
porta venezia
Milan, Italy 20121

Piazza della Scala
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala
Milan, Italy 20121

39 02 0202

Museo Civico di Storia Naturale di Milano
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Corso Venezia, 55, 20121 Milano, Italia
Milan, Italy 20121

Il Museo civico di storia naturale di Milano è stato fondato nel 1838, ed è uno dei più importanti musei naturalistici d'Europa. Nel 2008 è stato visitato da persone.StoriaNel 1838 il Comune di Milano accolse la donazione del museo naturalistico privato del collezionista milanese Giuseppe De Cristoforis e del botanico di origine ungherese Giorgio Jan, costituito nel 1832 quale proprietà indivisa, nominando primo direttore del nuovo Museo civico di Storia Naturale lo stesso Jan, al quale veniva accordato un vitalizio annuo.Il Museo aprì al pubblico nel 1844 in occasione del VI Congresso degli Scienziati Italiani che quell'anno svolgeva i suoi lavori a Milano.Fin dal primo regolamento del 1843 venne stabilito che il Museo impartisse pubbliche lezioni di scienze naturali, questa funzione didattica si rafforzò nel 1863 con l'apertura dei corsi per l'Istituto Tecnico Superiore (poi Politecnico di Milano) e nel 1875 con la partecipazione del Museo al Consorzio degli Istituti di Istruzione Superiore, articolata struttura formativa che diede origine nel 1924 all'Università degli Studi di Milano. Dal 1924 al 1938 ebbe sede in Museo la Facoltà di Scienze Naturali, Matematiche e Fisiche dell'Università Statale che, grazie ad una convenzione tra lo Stato e il Comune di Milano, poteva usufruire dei laboratori, delle collezioni, della biblioteca e del personale scientifico del Museo di Storia Naturale per le attività didattiche e di ricerca.Nel 1943 l'incendio causato da un bombardamento aereo anglo-americano devastò il palazzo e distrusse buona parte delle collezioni. L'ingente lascito in denaro del medico milanese Vittorio Ronchetti permise la ricostruzione del Museo, riaperto al pubblico nel 1952, e la pianificazione di un programma di nuove acquisizioni al fine di ricostituire il patrimonio museale.

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino, opera dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, è un palazzo nobiliare di Milano, sede dell'amministrazione comunale dal 19 settembre 1861. Già di proprietà di Tommaso Marino, ma ben presto pignorato per via dei suoi debiti e finito nelle mani del banchiere Emilio Omodei, venne acquistato dallo stato nel 1781, divenendo all'indomani dell'Unità d'Italia la sede centrale del Comune. Situato sul fronte orientale di piazza della Scala appare oggi nelle forme del restauro portato a termine da Luca Beltrami nel 1892.StoriaIl palazzo venne commissionato dal banchiere e commerciante genovese Tommaso Marino come residenza nobiliare della ricca famiglia Marino. Esso venne costruito fra il 1557 ed il 1563 su progetto dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, appositamente convocato a Milano proprio per l'occasione. Il palazzo si orientava originariamente verso piazza San FedeleMolti scultori della Fabbrica del Duomo parteciparono attivamente alla realizzazione degli intagli del palazzo. I milanesi tuttavia vedevano di cattivo occhio questo grandioso progetto, tanto che quando nel 1560 il conte Tommaso Marino aveva ottenuto il permesso di aprire una nuova strada che, partendo dall'ingresso principale del palazzo, si sarebbe congiunta fino a Piazza Mercanti, il malcontento popolare riuscì addirittura a bloccarne la realizzazione.

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino, opera dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, è un palazzo nobiliare di Milano, sede dell'amministrazione comunale dal 19 settembre 1861. Già di proprietà di Tommaso Marino, ma ben presto pignorato per via dei suoi debiti e finito nelle mani del banchiere Emilio Omodei, venne acquistato dallo stato nel 1781, divenendo all'indomani dell'Unità d'Italia la sede centrale del Comune. Situato sul fronte orientale di piazza della Scala appare oggi nelle forme del restauro portato a termine da Luca Beltrami nel 1892.StoriaIl palazzo venne commissionato dal banchiere e commerciante genovese Tommaso Marino come residenza nobiliare della ricca famiglia Marino. Esso venne costruito fra il 1557 ed il 1563 su progetto dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, appositamente convocato a Milano proprio per l'occasione. Il palazzo si orientava originariamente verso piazza San FedeleMolti scultori della Fabbrica del Duomo parteciparono attivamente alla realizzazione degli intagli del palazzo. I milanesi tuttavia vedevano di cattivo occhio questo grandioso progetto, tanto che quando nel 1560 il conte Tommaso Marino aveva ottenuto il permesso di aprire una nuova strada che, partendo dall'ingresso principale del palazzo, si sarebbe congiunta fino a Piazza Mercanti, il malcontento popolare riuscì addirittura a bloccarne la realizzazione.

Galleria Vittorio Emanuele II
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Galleria Victorio Emanuele II
Milan, Italy

The Galleria Vittorio Emanuele II is one of the world's oldest shopping malls. Housed within a four-story double arcade in central Milan, the Galleria is named after Victor Emmanuel II, the first king of the Kingdom of Italy. It was designed in 1861 and built by Giuseppe Mengoni between 1865 and 1877.ArchitectureThe structure consists of two glass-vaulted arcades intersecting in an octagon covering the street connecting Piazza del Duomo to Piazza della Scala. The street is covered by an arching glass and cast iron roof, a popular design for 19th-century arcades, such as the Burlington Arcade in London, which was the prototype for larger glazed shopping arcades, beginning with the Saint-Hubert Gallery in Brussels (opened in 1847), the Passazh in St Petersburg (opened in 1848), the Galleria Umberto I in Naples (opened in 1890) and the Budapest Galleria.

Giardini Pubblici Indro Montanelli
Distance: 0.5 mi Tourist Information
porta venezia
Milan, Italy 20121

<>

Giardini Pubblici Indro Montanelli, formerly known as Giardini Pubblici and Giardini di Porta Venezia are a major and historic city park in Milan, Italy, located in the Porta Venezia district, north-east of the city center, in the Zone 1 administrative division. Established in 1784, they are the oldest city park in Milan. After their establishment, the Gardens have been repeatedly enlarged and enriched with notable buildings, most notably the Natural History Museum and the Planetarium .HistoryIn the second half of the 18th Century, the area of the Public Gardens was owned by the Dugnani family and was mostly cultivated land; a number of canals irrigated the area that were later closed. The area also included the buildings of two former monasteries (the San Dionigi and the Carcanine monasteries) which had ceased activity under Austrian rule. In 1780, Ferdinand, Duke of Breisgau, who was viceroy of Milan in 1771-1796, assigned architect Giuseppe Piermarini at the renewal of the area and the establishment of a city park. The works were completed between 1782 and 1786, and largely employed prisoners serving a life sentence as manpower.Piermarini's design was largely influenced by French formal gardens, with geometric flower beds and large tree-lined pathways arranged in such a way to create pleasant perspective effects. At the north-eastern corner, an area was dedicated to the game of soccer.

Corso Venezia
Distance: 0.2 mi Tourist Information
corso Venezia
Milan, Italy 20121

<>

Basilica di Santo Stefano Maggiore
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via della Signora, 1
Milan, Italy 20122

Basilica di Santo Stefano Maggiore is a church in Milan, Italy. It was established in the 5th century. Originally dedicated to both Saint Zechariah and Saint Stephen, it was later dedicated to Saint Stephen only. Throughout its history, has undergone several reconstructions, expansion and restoration.It is also called St. Stephen in Brolo (the historical name of the area) or St. Stephen's Gate (in reference to the postern of Santo Stefano, now no longer exists).

Grand Hotel et de Milan
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Manzoni, 29
Milan, Italy 20121

The Grand Hotel et de Milan is a luxury hotel located in the center of Milan, Italy.HistoryThe construction was commissioned to architect Andrea Pizzala and was inspired by the Neo-Gothic movement. Near the end of the 19th century, the palace and the hotel belonged to the family Natoli Polli, the hotel gained significant importance as it was the only hotel in Milan to offer postal and telegraph services; for this reason it was frequented by diplomats and businessmen. The hotel rose to prominence in 1872 when composer Giuseppe Verdi, family friend of the industrialist melomaniac Pietro Polli, established his residence in one of the suites, given the hotel's proximity to the famous opera house La Scala. The building was completely refurbished in 1931 and equipped with tap water and telephones in every room. During World War II, in 1943 the hotel was bombed and the fourth floor was destroyed; after the end of the war, architect Giovanni Muzio was engaged in 1946 to restore and renovate the building. The hotel was very popular with fashion designers in the 1960s and 1970s, when Milan began hosting annual fashion weeks. In an early 1990s renovation, a defence wall dating back to the 3rd century was brought to light and featured in one of the hotel's restaurants.Notable guestsFamous people that have stayed at the hotel include: Giuseppe Verdi Don Pedro II of Brazil Teresa Cristina of the Two Sicilies Enrico Caruso Fred Gaisberg Tamara de Lempicka Maria Callas Severino Gazzelloni Vittorio de Sica Richard Burton Emilio Polli, member of the owner property family in the past

Grand Hotel et de Milan
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Manzoni, 29
Milan, Italy 20121

+39.02.72314640

Rotonda della Besana
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Via Enrico Besana 12
Milan, Italy 20122

02 545 5047

The Rotonda della Besana is a late baroque building complex and former cemetery in Milan, Italy, built between 1695 and 1732 and located close to the city center. The complex comprises a lobate hectagonal colonnade portico enclosing a garden and the deconsacrated church of San Michele ai Sepolcri . The portico was designed by architects Francesco Croce and Carlo Raffaello Raffagno, while the church was designed by Attilio Arrigoni. Although originally a cemetery, over time the Rotonda has been adapted for a number of other uses; today, it is a leisure area and a venue for cultural events.The complex covers an overall area of 7,100 m² and owes its current name to its location, at number 15 of Via Enrico Besana.HistoryThe building was originally established to serve as a foppone for the Ospedale Maggiore, and hosted about 150,000 burials, placed in a complex system of underground catacombs . In 1787, under Austrian rule, cemeteries were moved outside the city walls, and the Rotonda cemetery was thus dismissed. Under Napoleonic rule, plans were made to redesign the Rotonda into a famedio along the lines of the Panthéon in Paris, but these plans were later dismissed. The Rotonda was thus adapted for a number of other uses, including as a stable and a barn. In the 19th century it was returned to the Ospedale Maggiore, which used it as a cronicario and a laundry building. The Ospedale eventually donated the structure to the Comune di Milano, in 1939. The Comune restored the complex and adapted it to serve as a green area and as a venue for cultural and social events.

San Bernardino alle Ossa
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Verziere, 2
Milan, Italy 20122

San Bernardino alle Ossa is a church in Milan, northern Italy, best known for its ossuary, a small side chapel decorated with numerous human skulls and bones.In 1210, when an adjacent cemetery ran out of space, a room was built to hold bones. A church was attached in 1269. Renovated in 1679, it was destroyed by a fire in 1712. A new bigger church was then attached to the older one and dedicated to Saint Bernardino of Siena.HistoryThe church's origins date to 1145, when a hospital and a cemetery were built in front of the basilica of Santo Stefano Maggiore. In 1210 a chamber was built to house bones from the cemetery, next to which a church was built in 1269. It was restored for the first time in 1679 by Giovanni Andrea Biffi, who modified the façade and decorated the walls of the ossuary with human skulls and tibiae.The church was destroyed in 1712; it was replaced by a new edifice designed by Carlo Giuseppe Merlo, featuring a central plan and larger size reflecting the increasing popularity of the ossuary. The new church, connected to the former one by an ambulatory, was entitled to St. Bernardino of Siena.The façade was completed in 1776.OverviewThe interior has an octagonal plan, with Baroque-style decorations. The several chapels have paintings from the 16th-18th centuries.The ossuary's vault was frescoed in 1695 by Sebastiano Ricci with a Triumph of Souls and Flying Angels, while in the pendentives are portrayed the Holy Virgin, St. Ambrose, St. Sebastian and St. Bernardino of Siena. Niches and doors are decorated with bones, in Roccoco style.

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino is a 16th-century palace located in Piazza della Scala, in the centre of Milan, Italy. It has been Milan's city hall since 9 September 1861. It borders on Piazza San Fedele, Piazza della Scala, Via Case Rotte and Via Tommaso Marino.The palace was built for, and is named after, the Genoan trader and banker Tommaso Marino. It became a property of the State in 1781.HistoryThe palace was built from 1557 to 1563 for Tommaso Marino. It was designed by architect Galeazzo Alessi from Perugia. Its main facade was originally that facing Piazza San Fedele, as Piazza della Scala didn't yet exist; the corresponding area was occupied by buildings. The construction was occasionally slowed down by the opposition of the population, that had a very conservative attitude towards the architecture of the centre of Milan.Several sculptors from the Fabbrica del Duomo were involved in the decorations of Palazzo Marino. In the courtyard, sculptures were erected representing the Labours of Hercules and the Metamorphoses. The ceiling of the main hall (now known as "Salone dell'Alessi") had frescos and stuccos with the Marriage of Cupid and Psyche by Andrea Semini and Ottavio Semini.

San Fedele
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Piazza San Fedele
Milan, Italy 20121

La chiesa di San Fedele è un chiesa cattolica di Milano, costruita nel XVI secolo per ordine di san Carlo Borromeo per ospitare la Compagnia di Gesù. Per via dell'aderenza della struttura alle Instructiones di San Carlo Borromeo, così come per l'ampia gamma di citazioni di celebri modelli architettonici del passato e le numerose chiese successive che attingono dalla chiesa, il San Fedele è considerato il modello di riferimento per l'architettura sacra dell'arte della Controriforma.StoriaSituata nel cuore di Milano, fra palazzo Marino e la galleria Vittorio Emanuele II, nell'omonima piazza, la chiesa era un antico edificio di dimensioni ridotte rispetto all'attuale, dedicato a san Fedele, protomartire della diocesi di Como. La chiesa antica era con tutta probabilità già stata edificata su un edificio sacro preesistente che aveva nome di chiesa di Santa Maria in Solariolo o Solario, perché sorgeva proprio a fianco di un edificio medievale che aveva la caratteristica lombarda dei portici nel piano inferiore e una sala con funzioni pubbliche al piano superiore. La chiesa viene citata in una bolla di papa Eugenio III del 1147 col quale la Santa Sede confermava il possesso dell'edificio ai monaci di San Dionigi.

Landmark Near Via della Spiga

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo
Milan, Italy 20122

02-860-358 or 02-8646-3456

Il Duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d'Italia, dedicata a Santa Maria Nascente, situata nell'omonima piazza, nel centro della metropoli. Per superficie è la terza chiesa cattolica nel mondo dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia. È la cattedrale dell'arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.StoriaUna nuova cattedrale europeaNel luogo in cui sorge il Duomo un tempo si trovavano l'antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile, l'arcivescovo Antonio de' Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città. Per il nuovo edificio si iniziò ad abbattere entrambe le chiese precedenti: Santa Maria Maggiore venne demolita per prima, Santa Tecla in un secondo momento, nel 1461-1462 (parzialmente ricostruita nel 1489 e definitivamente abbattuta nel 1548).

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo
Milan, Italy 20122

02-860-358 or 02-8646-3456

Il Duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d'Italia, dedicata a Santa Maria Nascente, situata nell'omonima piazza, nel centro della metropoli. Per superficie è la terza chiesa cattolica nel mondo dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia. È la cattedrale dell'arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.StoriaUna nuova cattedrale europeaNel luogo in cui sorge il Duomo un tempo si trovavano l'antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile, l'arcivescovo Antonio de' Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città. Per il nuovo edificio si iniziò ad abbattere entrambe le chiese precedenti: Santa Maria Maggiore venne demolita per prima, Santa Tecla in un secondo momento, nel 1461-1462 (parzialmente ricostruita nel 1489 e definitivamente abbattuta nel 1548).

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo, Milan, MI, Italy
Milan, Italy 20142

Milan Cathedral is the cathedral church of Milan, Italy. Dedicated to St Mary of the Nativity (Santa Maria Nascente), it is the seat of the Archbishop of Milan, currently Cardinal Angelo Scola. The Gothic cathedral took nearly six centuries to complete. It is the largest church in Italy (the larger St. Peter's Basilica is in the State of Vatican City) and the fifth largest in the world.HistorySt Thecla'sMilan's layout, with streets either radiating from the Duomo or circling it, reveals that the Duomo occupies what was the most central site in Roman Mediolanum, that of the public basilica facing the forum. The first cathedral, the "new basilica" (basilica nova) dedicated to St Thecla, was completed by 355. It seems to share, on a slightly smaller scale, the plan of the contemporaneous church recently rediscovered beneath Tower Hill in London. An adjoining basilica was erected in 836. The old octagonal baptistery, the Battistero Paleocristiano, dates to 335 and still can be visited under the Milan Cathedral. When a fire damaged the cathedral and basilica in 1075, they were rebuilt as the Duomo.

Royal Palace of Milan
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo, 12
Milan, Italy 20122

Il Palazzo Reale di Milano è stato per molti secoli sede del governo della città di Milano prima, del Regno del Lombardo-Veneto poi e residenza reale fino al 1919, quando viene acquisito al demanio diventando sede di mostre ed esposizioni.Originariamente progettato con un sistema di due cortili, poi parzialmente demoliti per lasciare spazio al Duomo, il palazzo è situato alla destra della facciata del duomo in posizione opposta rispetto alla Galleria Vittorio Emanuele II. La facciata del palazzo, seguendo la linea dell'antico cortile, forma una rientranza rispetto a piazza del Duomo, chiamata piazzetta reale.Di particolare importanza è la Sala delle Cariatidi al piano nobile del palazzo, che occupa il luogo dell'antico teatro bruciato nel 1776 ed è l'ambiente più significativo sopravvissuto, anche se gravemente danneggiato, al pesante bombardamento anglo-americano del 1943; ai danni causati dagli spezzoni incendiari e dai violenti spostamenti d'aria fece seguito uno stato di abbandono durato per più di due anni, fatto questo che causò al palazzo danni ben più gravi, con la perdita di buona parte degli interni neoclassici.Novecento anni di storiaDalle origini al CinquecentoLegato a filo doppio con la storia della città, il palazzo reale ha origini antiche. Nasce con il nome di Palazzo del Broletto Vecchio ed è sede del governo della città durante il periodo dei comuni nel basso medioevo.

Royal Palace of Milan
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo, 12
Milan, Italy 20122

Il Palazzo Reale di Milano è stato per molti secoli sede del governo della città di Milano prima, del Regno del Lombardo-Veneto poi e residenza reale fino al 1919, quando viene acquisito al demanio diventando sede di mostre ed esposizioni.Originariamente progettato con un sistema di due cortili, poi parzialmente demoliti per lasciare spazio al Duomo, il palazzo è situato alla destra della facciata del duomo in posizione opposta rispetto alla Galleria Vittorio Emanuele II. La facciata del palazzo, seguendo la linea dell'antico cortile, forma una rientranza rispetto a piazza del Duomo, chiamata piazzetta reale.Di particolare importanza è la Sala delle Cariatidi al piano nobile del palazzo, che occupa il luogo dell'antico teatro bruciato nel 1776 ed è l'ambiente più significativo sopravvissuto, anche se gravemente danneggiato, al pesante bombardamento anglo-americano del 1943; ai danni causati dagli spezzoni incendiari e dai violenti spostamenti d'aria fece seguito uno stato di abbandono durato per più di due anni, fatto questo che causò al palazzo danni ben più gravi, con la perdita di buona parte degli interni neoclassici.Novecento anni di storiaDalle origini al CinquecentoLegato a filo doppio con la storia della città, il palazzo reale ha origini antiche. Nasce con il nome di Palazzo del Broletto Vecchio ed è sede del governo della città durante il periodo dei comuni nel basso medioevo.

Giardini Pubblici Indro Montanelli
Distance: 0.5 mi Tourist Information
porta venezia
Milan, Italy 20121

Piazza della Scala
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala
Milan, Italy 20121

39 02 0202

Museo Civico di Storia Naturale di Milano
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Corso Venezia, 55, 20121 Milano, Italia
Milan, Italy 20121

Il Museo civico di storia naturale di Milano è stato fondato nel 1838, ed è uno dei più importanti musei naturalistici d'Europa. Nel 2008 è stato visitato da persone.StoriaNel 1838 il Comune di Milano accolse la donazione del museo naturalistico privato del collezionista milanese Giuseppe De Cristoforis e del botanico di origine ungherese Giorgio Jan, costituito nel 1832 quale proprietà indivisa, nominando primo direttore del nuovo Museo civico di Storia Naturale lo stesso Jan, al quale veniva accordato un vitalizio annuo.Il Museo aprì al pubblico nel 1844 in occasione del VI Congresso degli Scienziati Italiani che quell'anno svolgeva i suoi lavori a Milano.Fin dal primo regolamento del 1843 venne stabilito che il Museo impartisse pubbliche lezioni di scienze naturali, questa funzione didattica si rafforzò nel 1863 con l'apertura dei corsi per l'Istituto Tecnico Superiore (poi Politecnico di Milano) e nel 1875 con la partecipazione del Museo al Consorzio degli Istituti di Istruzione Superiore, articolata struttura formativa che diede origine nel 1924 all'Università degli Studi di Milano. Dal 1924 al 1938 ebbe sede in Museo la Facoltà di Scienze Naturali, Matematiche e Fisiche dell'Università Statale che, grazie ad una convenzione tra lo Stato e il Comune di Milano, poteva usufruire dei laboratori, delle collezioni, della biblioteca e del personale scientifico del Museo di Storia Naturale per le attività didattiche e di ricerca.Nel 1943 l'incendio causato da un bombardamento aereo anglo-americano devastò il palazzo e distrusse buona parte delle collezioni. L'ingente lascito in denaro del medico milanese Vittorio Ronchetti permise la ricostruzione del Museo, riaperto al pubblico nel 1952, e la pianificazione di un programma di nuove acquisizioni al fine di ricostituire il patrimonio museale.

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino, opera dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, è un palazzo nobiliare di Milano, sede dell'amministrazione comunale dal 19 settembre 1861. Già di proprietà di Tommaso Marino, ma ben presto pignorato per via dei suoi debiti e finito nelle mani del banchiere Emilio Omodei, venne acquistato dallo stato nel 1781, divenendo all'indomani dell'Unità d'Italia la sede centrale del Comune. Situato sul fronte orientale di piazza della Scala appare oggi nelle forme del restauro portato a termine da Luca Beltrami nel 1892.StoriaIl palazzo venne commissionato dal banchiere e commerciante genovese Tommaso Marino come residenza nobiliare della ricca famiglia Marino. Esso venne costruito fra il 1557 ed il 1563 su progetto dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, appositamente convocato a Milano proprio per l'occasione. Il palazzo si orientava originariamente verso piazza San FedeleMolti scultori della Fabbrica del Duomo parteciparono attivamente alla realizzazione degli intagli del palazzo. I milanesi tuttavia vedevano di cattivo occhio questo grandioso progetto, tanto che quando nel 1560 il conte Tommaso Marino aveva ottenuto il permesso di aprire una nuova strada che, partendo dall'ingresso principale del palazzo, si sarebbe congiunta fino a Piazza Mercanti, il malcontento popolare riuscì addirittura a bloccarne la realizzazione.

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino, opera dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, è un palazzo nobiliare di Milano, sede dell'amministrazione comunale dal 19 settembre 1861. Già di proprietà di Tommaso Marino, ma ben presto pignorato per via dei suoi debiti e finito nelle mani del banchiere Emilio Omodei, venne acquistato dallo stato nel 1781, divenendo all'indomani dell'Unità d'Italia la sede centrale del Comune. Situato sul fronte orientale di piazza della Scala appare oggi nelle forme del restauro portato a termine da Luca Beltrami nel 1892.StoriaIl palazzo venne commissionato dal banchiere e commerciante genovese Tommaso Marino come residenza nobiliare della ricca famiglia Marino. Esso venne costruito fra il 1557 ed il 1563 su progetto dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, appositamente convocato a Milano proprio per l'occasione. Il palazzo si orientava originariamente verso piazza San FedeleMolti scultori della Fabbrica del Duomo parteciparono attivamente alla realizzazione degli intagli del palazzo. I milanesi tuttavia vedevano di cattivo occhio questo grandioso progetto, tanto che quando nel 1560 il conte Tommaso Marino aveva ottenuto il permesso di aprire una nuova strada che, partendo dall'ingresso principale del palazzo, si sarebbe congiunta fino a Piazza Mercanti, il malcontento popolare riuscì addirittura a bloccarne la realizzazione.

Galleria Vittorio Emanuele II
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Galleria Victorio Emanuele II
Milan, Italy

The Galleria Vittorio Emanuele II is one of the world's oldest shopping malls. Housed within a four-story double arcade in central Milan, the Galleria is named after Victor Emmanuel II, the first king of the Kingdom of Italy. It was designed in 1861 and built by Giuseppe Mengoni between 1865 and 1877.ArchitectureThe structure consists of two glass-vaulted arcades intersecting in an octagon covering the street connecting Piazza del Duomo to Piazza della Scala. The street is covered by an arching glass and cast iron roof, a popular design for 19th-century arcades, such as the Burlington Arcade in London, which was the prototype for larger glazed shopping arcades, beginning with the Saint-Hubert Gallery in Brussels (opened in 1847), the Passazh in St Petersburg (opened in 1848), the Galleria Umberto I in Naples (opened in 1890) and the Budapest Galleria.

Giardini Pubblici Indro Montanelli
Distance: 0.5 mi Tourist Information
porta venezia
Milan, Italy 20121

<>

Giardini Pubblici Indro Montanelli, formerly known as Giardini Pubblici and Giardini di Porta Venezia are a major and historic city park in Milan, Italy, located in the Porta Venezia district, north-east of the city center, in the Zone 1 administrative division. Established in 1784, they are the oldest city park in Milan. After their establishment, the Gardens have been repeatedly enlarged and enriched with notable buildings, most notably the Natural History Museum and the Planetarium .HistoryIn the second half of the 18th Century, the area of the Public Gardens was owned by the Dugnani family and was mostly cultivated land; a number of canals irrigated the area that were later closed. The area also included the buildings of two former monasteries (the San Dionigi and the Carcanine monasteries) which had ceased activity under Austrian rule. In 1780, Ferdinand, Duke of Breisgau, who was viceroy of Milan in 1771-1796, assigned architect Giuseppe Piermarini at the renewal of the area and the establishment of a city park. The works were completed between 1782 and 1786, and largely employed prisoners serving a life sentence as manpower.Piermarini's design was largely influenced by French formal gardens, with geometric flower beds and large tree-lined pathways arranged in such a way to create pleasant perspective effects. At the north-eastern corner, an area was dedicated to the game of soccer.

Corso Venezia
Distance: 0.2 mi Tourist Information
corso Venezia
Milan, Italy 20121

<>

Basilica di Santo Stefano Maggiore
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via della Signora, 1
Milan, Italy 20122

Basilica di Santo Stefano Maggiore is a church in Milan, Italy. It was established in the 5th century. Originally dedicated to both Saint Zechariah and Saint Stephen, it was later dedicated to Saint Stephen only. Throughout its history, has undergone several reconstructions, expansion and restoration.It is also called St. Stephen in Brolo (the historical name of the area) or St. Stephen's Gate (in reference to the postern of Santo Stefano, now no longer exists).

Grand Hotel et de Milan
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Manzoni, 29
Milan, Italy 20121

The Grand Hotel et de Milan is a luxury hotel located in the center of Milan, Italy.HistoryThe construction was commissioned to architect Andrea Pizzala and was inspired by the Neo-Gothic movement. Near the end of the 19th century, the palace and the hotel belonged to the family Natoli Polli, the hotel gained significant importance as it was the only hotel in Milan to offer postal and telegraph services; for this reason it was frequented by diplomats and businessmen. The hotel rose to prominence in 1872 when composer Giuseppe Verdi, family friend of the industrialist melomaniac Pietro Polli, established his residence in one of the suites, given the hotel's proximity to the famous opera house La Scala. The building was completely refurbished in 1931 and equipped with tap water and telephones in every room. During World War II, in 1943 the hotel was bombed and the fourth floor was destroyed; after the end of the war, architect Giovanni Muzio was engaged in 1946 to restore and renovate the building. The hotel was very popular with fashion designers in the 1960s and 1970s, when Milan began hosting annual fashion weeks. In an early 1990s renovation, a defence wall dating back to the 3rd century was brought to light and featured in one of the hotel's restaurants.Notable guestsFamous people that have stayed at the hotel include: Giuseppe Verdi Don Pedro II of Brazil Teresa Cristina of the Two Sicilies Enrico Caruso Fred Gaisberg Tamara de Lempicka Maria Callas Severino Gazzelloni Vittorio de Sica Richard Burton Emilio Polli, member of the owner property family in the past

Grand Hotel et de Milan
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Manzoni, 29
Milan, Italy 20121

+39.02.72314640

Rotonda della Besana
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Via Enrico Besana 12
Milan, Italy 20122

02 545 5047

The Rotonda della Besana is a late baroque building complex and former cemetery in Milan, Italy, built between 1695 and 1732 and located close to the city center. The complex comprises a lobate hectagonal colonnade portico enclosing a garden and the deconsacrated church of San Michele ai Sepolcri . The portico was designed by architects Francesco Croce and Carlo Raffaello Raffagno, while the church was designed by Attilio Arrigoni. Although originally a cemetery, over time the Rotonda has been adapted for a number of other uses; today, it is a leisure area and a venue for cultural events.The complex covers an overall area of 7,100 m² and owes its current name to its location, at number 15 of Via Enrico Besana.HistoryThe building was originally established to serve as a foppone for the Ospedale Maggiore, and hosted about 150,000 burials, placed in a complex system of underground catacombs . In 1787, under Austrian rule, cemeteries were moved outside the city walls, and the Rotonda cemetery was thus dismissed. Under Napoleonic rule, plans were made to redesign the Rotonda into a famedio along the lines of the Panthéon in Paris, but these plans were later dismissed. The Rotonda was thus adapted for a number of other uses, including as a stable and a barn. In the 19th century it was returned to the Ospedale Maggiore, which used it as a cronicario and a laundry building. The Ospedale eventually donated the structure to the Comune di Milano, in 1939. The Comune restored the complex and adapted it to serve as a green area and as a venue for cultural and social events.

San Bernardino alle Ossa
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Verziere, 2
Milan, Italy 20122

San Bernardino alle Ossa is a church in Milan, northern Italy, best known for its ossuary, a small side chapel decorated with numerous human skulls and bones.In 1210, when an adjacent cemetery ran out of space, a room was built to hold bones. A church was attached in 1269. Renovated in 1679, it was destroyed by a fire in 1712. A new bigger church was then attached to the older one and dedicated to Saint Bernardino of Siena.HistoryThe church's origins date to 1145, when a hospital and a cemetery were built in front of the basilica of Santo Stefano Maggiore. In 1210 a chamber was built to house bones from the cemetery, next to which a church was built in 1269. It was restored for the first time in 1679 by Giovanni Andrea Biffi, who modified the façade and decorated the walls of the ossuary with human skulls and tibiae.The church was destroyed in 1712; it was replaced by a new edifice designed by Carlo Giuseppe Merlo, featuring a central plan and larger size reflecting the increasing popularity of the ossuary. The new church, connected to the former one by an ambulatory, was entitled to St. Bernardino of Siena.The façade was completed in 1776.OverviewThe interior has an octagonal plan, with Baroque-style decorations. The several chapels have paintings from the 16th-18th centuries.The ossuary's vault was frescoed in 1695 by Sebastiano Ricci with a Triumph of Souls and Flying Angels, while in the pendentives are portrayed the Holy Virgin, St. Ambrose, St. Sebastian and St. Bernardino of Siena. Niches and doors are decorated with bones, in Roccoco style.

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino is a 16th-century palace located in Piazza della Scala, in the centre of Milan, Italy. It has been Milan's city hall since 9 September 1861. It borders on Piazza San Fedele, Piazza della Scala, Via Case Rotte and Via Tommaso Marino.The palace was built for, and is named after, the Genoan trader and banker Tommaso Marino. It became a property of the State in 1781.HistoryThe palace was built from 1557 to 1563 for Tommaso Marino. It was designed by architect Galeazzo Alessi from Perugia. Its main facade was originally that facing Piazza San Fedele, as Piazza della Scala didn't yet exist; the corresponding area was occupied by buildings. The construction was occasionally slowed down by the opposition of the population, that had a very conservative attitude towards the architecture of the centre of Milan.Several sculptors from the Fabbrica del Duomo were involved in the decorations of Palazzo Marino. In the courtyard, sculptures were erected representing the Labours of Hercules and the Metamorphoses. The ceiling of the main hall (now known as "Salone dell'Alessi") had frescos and stuccos with the Marriage of Cupid and Psyche by Andrea Semini and Ottavio Semini.

San Fedele
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Piazza San Fedele
Milan, Italy 20121

La chiesa di San Fedele è un chiesa cattolica di Milano, costruita nel XVI secolo per ordine di san Carlo Borromeo per ospitare la Compagnia di Gesù. Per via dell'aderenza della struttura alle Instructiones di San Carlo Borromeo, così come per l'ampia gamma di citazioni di celebri modelli architettonici del passato e le numerose chiese successive che attingono dalla chiesa, il San Fedele è considerato il modello di riferimento per l'architettura sacra dell'arte della Controriforma.StoriaSituata nel cuore di Milano, fra palazzo Marino e la galleria Vittorio Emanuele II, nell'omonima piazza, la chiesa era un antico edificio di dimensioni ridotte rispetto all'attuale, dedicato a san Fedele, protomartire della diocesi di Como. La chiesa antica era con tutta probabilità già stata edificata su un edificio sacro preesistente che aveva nome di chiesa di Santa Maria in Solariolo o Solario, perché sorgeva proprio a fianco di un edificio medievale che aveva la caratteristica lombarda dei portici nel piano inferiore e una sala con funzioni pubbliche al piano superiore. La chiesa viene citata in una bolla di papa Eugenio III del 1147 col quale la Santa Sede confermava il possesso dell'edificio ai monaci di San Dionigi.

Outdoors Near Via della Spiga

Duomo Di Milano
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Via Pattari
Milan, Italy 20122

Il duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d'Italia, dedicato a Santa Maria Nascente, situato nell'omonima piazza nel centro della metropoli. Per superficie, è la quarta cattedrale d'Europa, dopo San Pietro in Vaticano, San Paolo a Londra e la cattedrale di Siviglia. È la chiesa più importante dell'arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.

Milan Cathedral
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo
Milan, Italy 20122

02-860-358 or 02-8646-3456

Il Duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d'Italia, dedicata a Santa Maria Nascente, situata nell'omonima piazza, nel centro della metropoli. Per superficie è la terza chiesa cattolica nel mondo dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia. È la cattedrale dell'arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.StoriaUna nuova cattedrale europeaNel luogo in cui sorge il Duomo un tempo si trovavano l'antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile, l'arcivescovo Antonio de' Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città. Per il nuovo edificio si iniziò ad abbattere entrambe le chiese precedenti: Santa Maria Maggiore venne demolita per prima, Santa Tecla in un secondo momento, nel 1461-1462 (parzialmente ricostruita nel 1489 e definitivamente abbattuta nel 1548).

Museo del Novecento
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo 14
Milan, Italy 20122

+39.0288444061

Piazza Cordusio
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Piazza Cordusio
Milan, Italy 20123

<>

Teatro Carcano
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Corso Di Porta Romana, 63
Milan, Italy 20122

02-55181377

Porta Venezia
Distance: 0.7 mi Tourist Information
via alesandro tadino, 1
Milan, Italy 20129

Porta Venezia is one of the historical gates of the city of Milan, Italy. In its present form, the gate dates back to the 19th century; nevertheless, its origins can traced back to the Medieval and even the Roman walls of the city.The name Porta Venezia is commonly used to refer both to the gate proper and to the surrounding district, part of the Zone 3 of Milan.NamingThe name "Porta Venezia" was formally given in 1862, possibly in the hope that Venice would soon join Milan in the newly born Kingdom of Italy. Previously, the gate was mostly called "Porta Orientale", with "Porta Renza" being another widely used name. This latter name has been consistently in use through the centuries; for example, it is referred to in Francesco Guicciardini's History of Italy, dating back to the mid-16th century, as well as in Giovanni Verga's works of the late 19th century, and is still remembered by the Milanese population today. Stendhal, who lived in Milan, uses a variation Porta Rense.The origin and meaning of former names of Porta Venezia are disputed. While "Porta Orientale" has an obvious meaning in Italian, this is partially inconsistent, as the gate faces north-east rather than east; Porta Vittoria would in fact be the truly "eastern" gate of Milan. Furthermore, it has to be noted that Milanese gates are not, in general, named after cardinal directions, but rather after the places they lead to. As a consequence, some scholars argue that "Porta Orientale" might actually be a corruption of "Porta Renza", rather than the other way round, as some have suggested.

Università Statale Milano
Distance: 0.5 mi Tourist Information
via Festa del Perdono 7
Milan, Italy 20122

+39 02503 111

Viale Monte Nero
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Viale Monte Nero
Milan, Italy 20135

<>

Giardini Pubblici Indro Montanelli
Distance: 0.5 mi Tourist Information
porta venezia
Milan, Italy 20121

<>

Giardini Pubblici Indro Montanelli, formerly known as Giardini Pubblici and Giardini di Porta Venezia are a major and historic city park in Milan, Italy, located in the Porta Venezia district, north-east of the city center, in the Zone 1 administrative division. Established in 1784, they are the oldest city park in Milan. After their establishment, the Gardens have been repeatedly enlarged and enriched with notable buildings, most notably the Natural History Museum and the Planetarium .HistoryIn the second half of the 18th Century, the area of the Public Gardens was owned by the Dugnani family and was mostly cultivated land; a number of canals irrigated the area that were later closed. The area also included the buildings of two former monasteries (the San Dionigi and the Carcanine monasteries) which had ceased activity under Austrian rule. In 1780, Ferdinand, Duke of Breisgau, who was viceroy of Milan in 1771-1796, assigned architect Giuseppe Piermarini at the renewal of the area and the establishment of a city park. The works were completed between 1782 and 1786, and largely employed prisoners serving a life sentence as manpower.Piermarini's design was largely influenced by French formal gardens, with geometric flower beds and large tree-lined pathways arranged in such a way to create pleasant perspective effects. At the north-eastern corner, an area was dedicated to the game of soccer.

Radio Italia Live - Il Concerto - Milano Piazza Duomo
Distance: 0.5 mi Tourist Information
piazza Duomo
Milan, Italy 20098

3297961623

Corso Venezia
Distance: 0.2 mi Tourist Information
corso Venezia
Milan, Italy 20121

<>

Piazza Risorgimento
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Corso Indipendenza
Milan, Italy 20129

<>

Porta Venezia Milano
Distance: 0.6 mi Tourist Information
Bastioni Di Porta Venezia
Milan, Italy

Bastioni di Porta Venezia
Distance: 0.6 mi Tourist Information
Bastioni Di Porta Venezia
Milan, Italy

Piazza Diaz
Distance: 0.6 mi Tourist Information
Piazza Armando Diaz
Milan, Italy 20122

Via Sant'andrea
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Le silla via sant'andrea 3
Milan, Italy 20121

Corso Indipendenza
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Corso Indipendenza
Milan, Italy 20129

Teatro Auditorium San Fedele/ Duomo San Babila
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Hoepli 3/b
Milan, Italy 20121

02 8635 2231

Piazza Missori Milano
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Piazza Missori
Milan, Italy 20123

<>

Borsa di Milano
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Piazza degli Affari, 6
Milan, Italy 20123

+39 0272426.1

La Borsa di Milano è l'unica borsa in Italia ed è sempre stata la borsa più importante del Paese anche quando erano presentiin ordine cronologicole borse di Venezia (1630), Trieste (1775) e la Borsa di Roma (1802). Oggi a Milano ha sede Borsa Italiana, la società che si occupa della gestione e funzionamento del mercato finanziario italiano.StoriaDalla nascita ai primi 50 anniLa borsa valori di Milano è nata nel 1808 per volontà del napoleonico viceré del Regno d'Italia Eugenio di Beauharnais e venne inizialmente collocata presso il Palazzo del Monte di Pietà. Sebbene le contrattazioni fossero ridotte, lo spazio era troppo ristretto e così già nel settembre del 1809 si decise di trasferire gli scambi in Piazza Mercanti presso il Palazzo dei Giureconsulti, oggi sede della Camera di Commercio di Milano e che ospitò la Borsa di Milano per quasi un secolo.

Shopping District Near Via della Spiga

Corso Buenos Aires Milano
Distance: 1.0 mi Tourist Information
Corso Buenos Aires
Milan, Italy 20124

<>

Corso Vittorio Emanuele II
Distance: 0.2 mi Tourist Information
corso Vittorio Emanuele II
Milan, Italy 20100

Vía Torino
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Via Torino
Milan, Italy 20123

<>

Via della Spiga Milano
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Via Montenapoleone, 8
Milan, Italy 20121

02 3031 4210

- luxury collection, dalle linee iperfemminili impreziosite da ricercati ricami in perle di vetro e splendidi ricami gioiello, - exuberance, dalle scollature vertiginose e lucenti strass su pizzo e macramè, - nightlife of a bride, linee scivolate per una donna al passo con i tempi, davvero dinamica, - bohemian glamour,l'ultima nata in collaborazione con la designer Anna Roncadi,per uno stile spontaneamente sensuale e romantico,dalle forti attitudini rock e bohemian. Grandi donne hanno ispirato ed ispirano i modelli della collezione: Jane Birkin nel suo essere così libera,bella e senza costrizioni,Grace Kelly per il suo stile essenziale e riconoscibile,Kate Moss per la sua attitudine rock e vintage e Carrie Bradshaw,per il suo stile cosi glamorous secondo il diktat di Manhattan, strizzando l'occhio alle creazioni da vero RED CARPET.

Quadrilatero Della Moda....
Distance: 0.3 mi Tourist Information
Via Montenapoleone
Milan, Italy 20121

Corso Vittorio Emanuele, Milano
Distance: 0.3 mi Tourist Information
Corso Vittorio Emanuele II
Milan, Italy

<>

Novegro Milano
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Novegro
Milan, Italy

<>

Ortica
Distance: 2.0 mi Tourist Information
Via ortica
Milan, Italy 20134

<>

Pizzeria D'Asporto Timavo
Distance: 2.8 mi Tourist Information
Viale Sarca, 73
Milan, Italy 20125

02 39669962

Street Near Via della Spiga

Corso Sempione
Distance: 1.7 mi Tourist Information
corso Sempione
Milan, Italy 20149

Corso Vittorio Emanuele II
Distance: 0.2 mi Tourist Information
corso Vittorio Emanuele II
Milan, Italy 20100

Vía Torino
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Via Torino
Milan, Italy 20123

<>

Corso Lodi
Distance: 1.8 mi Tourist Information
Corso Lodi
Milan, Italy 20139

<>

Viale Monte Nero
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Viale Monte Nero
Milan, Italy 20135

<>

Corso Vittorio Emanuele, Milano
Distance: 0.3 mi Tourist Information
Corso Vittorio Emanuele II
Milan, Italy

<>

Via Lomellina, Milano
Distance: 1.5 mi Tourist Information
via Lomellina, Milano
Milan, Italy 20133

<>

Via Solferino Milano
Distance: 0.8 mi Tourist Information
via solferino 52
Milan, Italy 20121

Corso Venezia
Distance: 0.2 mi Tourist Information
corso Venezia
Milan, Italy 20121

<>

Corso Di Porta Nuova ...Milano
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Bastioni di Porta Nuova
Milan, Italy

Bastioni di Porta Venezia
Distance: 0.6 mi Tourist Information
Bastioni Di Porta Venezia
Milan, Italy

Viale Argonne-Citta' Studi
Distance: 1.5 mi Tourist Information
V.le Argonne, ang. Via Marciano 12
Milan, Italy 20133

<>

Spadolini
Distance: 1.7 mi Tourist Information
Via Spadolini 12 A
Milan, Italy 20136

<>

Via Giovanni Spadolini Milano
Distance: 1.7 mi Tourist Information
Via Giovanni Spadolini, Milano
Milan, Italy 20141

<>

Spagna
Distance: 1.1 mi Tourist Information
viale Spagna
Milan, Italy 20077

<>

Via Battistotti Sassi Milan Italy
Distance: 1.3 mi Tourist Information
via battistotti sassi
Milan, Italy 20133

<>

Milano Dateo
Distance: 0.8 mi Tourist Information
piazzale Dateo
Milan, Italy 20129

<>

Via Rosolino Pilo
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Pilo Rosolino 12
Milan, Italy 20129

<>

Via Orefici Milano
Distance: 0.6 mi Tourist Information
Via Orefici
Milan, Italy 20123

<>

Via Lario
Distance: 1.8 mi Tourist Information
via lario ,9
Milan, Italy 20159

Landmark Near Via della Spiga

Palazzo Castiglioni
Distance: 0.3 mi Tourist Information
Corso Venezia 47
Milan, Italy

Palazzo Castiglioni è un palazzo di Milano, sito in Corso Venezia n. 47.CaratteristicheCostruito da Giuseppe Sommaruga (1867-1917) nel 1901-1904, costituisce il "manifesto" artistico dell'Art Nouveau a Milano. L'edificio fu realizzato dall'impresa Costruttori F.lli Galimberti a tre piani, con due facciate, una principale sulla strada e una secondaria sul giardino, più gli annessi staccati dal corpo principale e costituenti le scuderie e la rimessa.Questo palazzo ha un basamento con bugnato grezzo che riprende le forme naturali della roccia; le altre decorazioni presenti sono una ripresa dello stucco in stile settecentesco.Attualmente è sede dell'Unione Commercianti di Milano. (Unione del commercio - Confcommercio)Storia del palazzoL'imprenditore Ermenegildo Castiglioni, che nel 1886 aveva ereditato dal nonno Ermenegildo Castiglioni una grande fortuna, decise nel 1900 di costruire un palazzo in corso Venezia, a Milano. Nelle sue intenzioni l'edificio doveva differenziarsi da tutti gli altri ed a questo fine incaricò della progettazione l'architetto Giuseppe Sommaruga, noto per diverse interessanti soluzioni.Questo atteggiamento del committente, quasi da nobile del Seicento, volenteroso di manifestare la propria grandezza, si può ritrovare nel palazzo (particolarmente imponente se paragonato al restante liberty italiano) e nella volontà di realizzare un edificio di uno stile piuttosto nuovo per l'Italia (il liberty, appunto) in un contesto tra i più nobili della città, quasi in un atteggiamento di sfida ai benpensanti e conservatori concittadini.

San Bernardino alle Ossa
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Verziere, 2
Milan, Italy 20122

San Bernardino alle Ossa is a church in Milan, northern Italy, best known for its ossuary, a small side chapel decorated with numerous human skulls and bones.In 1210, when an adjacent cemetery ran out of space, a room was built to hold bones. A church was attached in 1269. Renovated in 1679, it was destroyed by a fire in 1712. A new bigger church was then attached to the older one and dedicated to Saint Bernardino of Siena.HistoryThe church's origins date to 1145, when a hospital and a cemetery were built in front of the basilica of Santo Stefano Maggiore. In 1210 a chamber was built to house bones from the cemetery, next to which a church was built in 1269. It was restored for the first time in 1679 by Giovanni Andrea Biffi, who modified the façade and decorated the walls of the ossuary with human skulls and tibiae.The church was destroyed in 1712; it was replaced by a new edifice designed by Carlo Giuseppe Merlo, featuring a central plan and larger size reflecting the increasing popularity of the ossuary. The new church, connected to the former one by an ambulatory, was entitled to St. Bernardino of Siena.The façade was completed in 1776.OverviewThe interior has an octagonal plan, with Baroque-style decorations. The several chapels have paintings from the 16th-18th centuries.The ossuary's vault was frescoed in 1695 by Sebastiano Ricci with a Triumph of Souls and Flying Angels, while in the pendentives are portrayed the Holy Virgin, St. Ambrose, St. Sebastian and St. Bernardino of Siena. Niches and doors are decorated with bones, in Roccoco style.

Piazza Fontana bombing
Distance: 0.4 mi Tourist Information
piazza fontana
Milan, Italy

La strage di piazza Fontana fu conseguenza di un grave attentato terroristico compiuto il 12 dicembre 1969 nel centro di Milano. Da molti è stata considerata «la madre di tutte le stragi» e ritenuta da alcuni l'inizio del periodo passato alla storia in Italia come anni di piombo. Per tanti aspetti si può parlare d'un prima di piazza Fontana e d'un dopo piazza Fontana. La strage della Banca dell'Agricoltura non fu la più atroce tra quelle che hanno insanguinato l'Italia. Ma fu una sorta di freccia avvelenata che colpì la società italiana, perché diede avvio al periodo stragista con simili gesti di cieca ferocia. Dei tossici che entrarono in circolo il Paese non riuscì più a liberarsi. Essi attizzarono tutte le polemiche, consentirono tutte le recriminazioni e alimentarono la mala pianta del terrorismo.Le indagini si susseguiranno nel corso degli anni, con imputazioni a carico di vari esponenti anarchici e neofascisti; tuttavia alla fine tutti gli accusati sono stati sempre assolti in sede giudiziaria (peraltro alcuni sono stati condannati per altre stragi, e altri usufruiranno della prescrizione, evitando la pena). In contemporanea in Italia scoppiarono altre bombe, provocando 16 feriti, a Roma: una alla Banca Nazionale del Lavoro in via San Basilio, due all'Altare della Patria.Da Milano il prefetto Libero Mazza, su segnalazione dall'Ufficio affari riservati del Viminale, avvisò il Presidente del Consiglio Mariano Rumor: «L'ipotesi attendibile che deve formularsi indirizza le indagini verso gruppi anarcoidi». La sera stessa della strage, intervistato da Tv7, Indro Montanelli espresse dei dubbi sul coinvolgimento degli anarchici, e vent'anni dopo ribadì quella tesi affermando: «Io ho escluso immediatamente la responsabilità degli anarchici per varie ragioni: prima di tutto, forse, per una specie di istinto, di intuizione, ma poi perché conosco gli anarchici. Gli anarchici non sono alieni dalla violenza, ma la usano in un altro modo: non sparano mai nel mucchio, non sparano mai nascondendo la mano. L'anarchico spara al bersaglio, in genere al bersaglio simbolico del potere, e di fronte. Assume sempre la responsabilità del suo gesto. Quindi, quell'infame attentato, evidentemente, non era di marca anarchica o anche se era di marca anarchica veniva da qualcuno che usurpava la qualifica di anarchico, ma non apparteneva certamente alla vera categoria, che io ho conosciuto ben diversa e che credo sia ancora ben diversa...».

Villa Belgiojoso Bonaparte
Distance: 0.4 mi Tourist Information
via Palestro 16
Milan, Italy 20121

The Villa Belgiojoso Bonaparte, also known as Villa Reale and formerly called Villa Comunale, is a palace in Milan, in Lombardy in northern Italy. It was built between 1790 and 1796 as the residence of Count Ludovico Barbiano di Belgiojoso. The villa is in Neoclassical style, and was designed by Leopoldo Pollack. The main entrance is on via Palestro, facing the Giardini Pubblici of Porta Venezia, the eastern gate of the city.In 1920 the villa came under the ownership of the Comune of Milan; in 1921 it became the home of the Galleria d'Arte Moderna.Beside the villa is the Padiglione d'Arte Contemporanea, an exhibition space for contemporary art, which was built in 1955 on the site of the former stables of the palace, destroyed by wartime bombing.The gardens of the villa, in English style with an artificial lake, were laid out by Leopoldo Pollack.

Basilica di Santo Stefano Maggiore
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via della Signora, 1
Milan, Italy 20122

Basilica di Santo Stefano Maggiore is a church in Milan, Italy. It was established in the 5th century. Originally dedicated to both Saint Zechariah and Saint Stephen, it was later dedicated to Saint Stephen only. Throughout its history, has undergone several reconstructions, expansion and restoration.It is also called St. Stephen in Brolo (the historical name of the area) or St. Stephen's Gate (in reference to the postern of Santo Stefano, now no longer exists).

Grand Hotel et de Milan
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Via Manzoni, 29
Milan, Italy 20121

The Grand Hotel et de Milan is a luxury hotel located in the center of Milan, Italy.HistoryThe construction was commissioned to architect Andrea Pizzala and was inspired by the Neo-Gothic movement. Near the end of the 19th century, the palace and the hotel belonged to the family Natoli Polli, the hotel gained significant importance as it was the only hotel in Milan to offer postal and telegraph services; for this reason it was frequented by diplomats and businessmen. The hotel rose to prominence in 1872 when composer Giuseppe Verdi, family friend of the industrialist melomaniac Pietro Polli, established his residence in one of the suites, given the hotel's proximity to the famous opera house La Scala. The building was completely refurbished in 1931 and equipped with tap water and telephones in every room. During World War II, in 1943 the hotel was bombed and the fourth floor was destroyed; after the end of the war, architect Giovanni Muzio was engaged in 1946 to restore and renovate the building. The hotel was very popular with fashion designers in the 1960s and 1970s, when Milan began hosting annual fashion weeks. In an early 1990s renovation, a defence wall dating back to the 3rd century was brought to light and featured in one of the hotel's restaurants.Notable guestsFamous people that have stayed at the hotel include: Giuseppe Verdi Don Pedro II of Brazil Teresa Cristina of the Two Sicilies Enrico Caruso Fred Gaisberg Tamara de Lempicka Maria Callas Severino Gazzelloni Vittorio de Sica Richard Burton Emilio Polli, member of the owner property family in the past

Palazzo Marino
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza della Scala, 2
Milan, Italy 20121

Palazzo Marino, opera dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, è un palazzo nobiliare di Milano, sede dell'amministrazione comunale dal 19 settembre 1861. Già di proprietà di Tommaso Marino, ma ben presto pignorato per via dei suoi debiti e finito nelle mani del banchiere Emilio Omodei, venne acquistato dallo stato nel 1781, divenendo all'indomani dell'Unità d'Italia la sede centrale del Comune. Situato sul fronte orientale di piazza della Scala appare oggi nelle forme del restauro portato a termine da Luca Beltrami nel 1892.StoriaIl palazzo venne commissionato dal banchiere e commerciante genovese Tommaso Marino come residenza nobiliare della ricca famiglia Marino. Esso venne costruito fra il 1557 ed il 1563 su progetto dell'architetto perugino Galeazzo Alessi, appositamente convocato a Milano proprio per l'occasione. Il palazzo si orientava originariamente verso piazza San FedeleMolti scultori della Fabbrica del Duomo parteciparono attivamente alla realizzazione degli intagli del palazzo. I milanesi tuttavia vedevano di cattivo occhio questo grandioso progetto, tanto che quando nel 1560 il conte Tommaso Marino aveva ottenuto il permesso di aprire una nuova strada che, partendo dall'ingresso principale del palazzo, si sarebbe congiunta fino a Piazza Mercanti, il malcontento popolare riuscì addirittura a bloccarne la realizzazione.

Sinagoga centrale di Milano
Distance: 0.5 mi Tourist Information
via Della Guastalla 19
Milan, Italy 20122

La sinagoga centrale di Milano, edificata nel 1892, ricostruita nel 1953 ed ancora ristrutturata nel 1997, è il principale luogo di culto della comunità ebraica di Milano. Dal 1993 ha preso il nome di Tempio centrale Hechal David u-Mordechai. È situata in via Guastalla 19.La storiaIl rapidissimo sviluppo demografico della comunità ebraica di Milano nell'Ottocento impose la costruzione di una grande sinagoga in luogo del piccolo oratorio di via Stampa 4, dove fino ad allora si era svolto il culto. Come locazione si scelse uno dei nuovi quartieri eleganti della città. Il progetto fu affidato all'architetto Luca Beltrami, notissimo a Milano per opere come la sistemazione di piazza della Scala e i restauri del Castello Sforzesco. Alla costruzione contribuì anche il nuovo Stato italiano con un prestito a tassi agevolati. L'inaugurazione, cui la stampa locale diede ampia risonanza, avvenne il 28 settembre 1892 con grande concorso di folla, alla presenza delle principali autorità cittadine.Beltrami disegnò una sinagoga a pianta basilicale, a tre navate, secondo uno schema in voga ai tempi dell'. L'alta facciata monumentale, impreziosita da mosaici azzurro e oro, è leggermente rientrata e separata dalla strada da una lunga cancellata. È corrispondentemente divisa in tre sezioni simmetriche. Le due ali laterali, più basse, presentano finestre ad arco decorate. Al centro è il grande portale affiancato da semicolonne e sormontato da un grande arco che giunge ad includere le tre finestre al piano superiore e termina in alto con l'immagine scolpita delle tavole della legge.

Sant'Antonio Abate, Milan
Distance: 0.5 mi Tourist Information
via S. Antonio, 5
Milan, Italy 20122

Sant'Antonio abate is a Roman Catholic church in Milan, Italy. The church is located on a street running parallel to Via Festa del Perdono.Built in Mannerist style, construction began in 1582 on the site of an older church. The current appearance of the church is the work of Francesco Maria Richini, carried out in the 17th century. The Neoclassical façade designed by the architect Giacomo Tazzini.The church contains frescoes by Genovese and his brother Giovanni Battista Carlone; a fresco cycle on the Life of the Virgin by Giulio Cesare Procaccini (1574-1625), a “Nativity” and “Adoration of the Magi” by Pier Francesco Mazzucchelli, and frescoes by Guglielmo Caccia, depicting scenes from the Old Testament.

Galleria Vittorio Emanuele II
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Galleria Victorio Emanuele II
Milan, Italy

The Galleria Vittorio Emanuele II is one of the world's oldest shopping malls. Housed within a four-story double arcade in central Milan, the Galleria is named after Victor Emmanuel II, the first king of the Kingdom of Italy. It was designed in 1861 and built by Giuseppe Mengoni between 1865 and 1877.ArchitectureThe structure consists of two glass-vaulted arcades intersecting in an octagon covering the street connecting Piazza del Duomo to Piazza della Scala. The street is covered by an arching glass and cast iron roof, a popular design for 19th-century arcades, such as the Burlington Arcade in London, which was the prototype for larger glazed shopping arcades, beginning with the Saint-Hubert Gallery in Brussels (opened in 1847), the Passazh in St Petersburg (opened in 1848), the Galleria Umberto I in Naples (opened in 1890) and the Budapest Galleria.

Afroeuropeo
Distance: 0.5 mi Tourist Information
fratelli cervi san giuliano milano
Milan, Italy

00393280258244

L'edicola del Duomo
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Piazza del Duomo angolo via Marconi
Milan, Italy 20121

334 9382725

Giardini Pubblici Indro Montanelli
Distance: 0.5 mi Tourist Information
porta venezia
Milan, Italy 20121

Rotonda della Besana
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Via Enrico Besana 12
Milan, Italy 20122

02 545 5047

The Rotonda della Besana is a late baroque building complex and former cemetery in Milan, Italy, built between 1695 and 1732 and located close to the city center. The complex comprises a lobate hectagonal colonnade portico enclosing a garden and the deconsacrated church of San Michele ai Sepolcri . The portico was designed by architects Francesco Croce and Carlo Raffaello Raffagno, while the church was designed by Attilio Arrigoni. Although originally a cemetery, over time the Rotonda has been adapted for a number of other uses; today, it is a leisure area and a venue for cultural events.The complex covers an overall area of 7,100 m² and owes its current name to its location, at number 15 of Via Enrico Besana.HistoryThe building was originally established to serve as a foppone for the Ospedale Maggiore, and hosted about 150,000 burials, placed in a complex system of underground catacombs . In 1787, under Austrian rule, cemeteries were moved outside the city walls, and the Rotonda cemetery was thus dismissed. Under Napoleonic rule, plans were made to redesign the Rotonda into a famedio along the lines of the Panthéon in Paris, but these plans were later dismissed. The Rotonda was thus adapted for a number of other uses, including as a stable and a barn. In the 19th century it was returned to the Ospedale Maggiore, which used it as a cronicario and a laundry building. The Ospedale eventually donated the structure to the Comune di Milano, in 1939. The Comune restored the complex and adapted it to serve as a green area and as a venue for cultural and social events.

Leica Galerie & Store Milano
Distance: 0.6 mi Tourist Information
Via Mengoni 4
Milan, Italy 20121

02 89095156

Santa Maria presso San Satiro
Distance: 0.6 mi Tourist Information
via Torino
Milan, Italy 20123

Santa Maria presso San Satiro is a church in Milan. The Renaissance structure houses the early-medieval shrine to Satyrus, brother of Saint Ambrose. The church is known for its false apse, an early example of trompe l'œil, attributed to Donato Bramante.HistoryThe church lies on the site of a primitive worship place erected by the archbishop Anspertus in 879, dedicated to Saint Satyrus, confessor and brother of Saints Ambrose and Marcellina. The current church was instead built from 1472 to 1482 under commission from Duke Galeazzo Maria Sforza. According to some sources, the designer was Donato Bramante, who had recently moved from the Marche. However, recent documents prove that Bramante had a minor role, most of the work being attributable to Giovanni Antonio Amadeo, who designed the façade. It is certain that Bramante is responsible for the sacristy perspective.The edifice has a nave and two aisles with barrel vault. The nave is surmounted by a hemispherical dome at the crossing with the transept. The bell tower is still that of the Romanesque edifice preceding the 1480s reconstruction. Also from the 15th century is the baptistry annexed to the church.

Ospedale Maggiore
Distance: 0.6 mi Tourist Information
via Francesco Sforza, 28
Milan, Italy 20122

The Ospedale Maggiore, traditionally named Ca' Granda, is a building in the centre of Milan, northern Italy, constructed to house one of the first community hospitals, the largest such undertaking of the fifteenth century. Commissioned by Francesco Sforza in 1456 and designed by Antonio Filarete, it is one of the first examples of Renaissance architecture in Lombardy.Some of the relics of its long-established medical and sanitary history can still be found in the original buildings of the Ospedale Maggiore, which today house the University of Milan.HistoryIn 1456 the Duke of Milan, Francesco Sforza, founded the Magna Domus Hospitalis (Ca' Granda), a hospital dedicated to Annunciata (a municipality of the province of Brescia, Northern Italy). He did so primarily to gain the affection of its people, who were followers of the Visconti family of Milan, even though the Duke was married to Bianca Maria Visconti at the time.Entering Milan victorious on 25 March 1450 (the day of Annunciation), the Duke decided to dedicate a charitable institution to Annunciata. It was then that the new foundation became the Spedale della Nunciata. Designed by the renowned architect Filarete and built by the engineer Guiniforte Solari (responsible for the courtyard of the Certosa di Pavia, a monastery complex in Lombardy, Northern Italy), the hospital formed part of the completion of the reform of hospitals started by the Archbishop Rampini in the years of the Golden Ambrosian Republic.

Torre Velasca
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Piazza Velasca, 5
Milan, Italy 20122

The Torre Velasca is a skyscraper built in 1950s by the BBPR architectural partnership, in Milan, Italy.ArchitectsBBPR is an acronym from the name of its designers: Gian Luigi Banfi, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti and Ernesto Nathan Rogers.DescriptionThe Velasca Tower is part of the first generation of Italian modern architecture, while still being part of the Milanese context in which it was born, to which also belongs the Milan Cathedral and the Sforza Castle.The tower, approximately 100 metres tall, has a peculiar and characteristic mushroom-like shape.It stands out in the city skyline, made of domes, buildings and other towers. Its structure recalls the Lombard tradition, made of medieval fortresses and towers, each having a massive profile. In such fortresses, the lower parts were always narrower, while the higher parts propped up by wooden boards or stone beams.As a consequence, the shape of this building is the result of a modern interpretation of the typical Italian medieval castle. At the same time, BBPR in this building satisfied the functional needs of space: narrower surfaces on the ground, wider and more spacious ones on the top floors.

Milano Porta Venezia railway station
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Porta venezia
Milan, Italy 20129

Milano Porta Venezia is an underground railway station in Milan, Italy. It is a station of the Milan Passante railway and is located on Corso Buenos Aires.ServicesMilano Porta Venezia is served by the line S1, S2, S5, S6 and S13 of the Milan suburban railway network, operated by the lombard railway company Trenord.

San Bartolomeo, Milan
Distance: 0.7 mi Tourist Information
via della moscova6
Milan, Italy

San Bartolomeo is a 19th-century, Roman Catholic church in Milan, region of Lombardy, Italy.HistoryThe architect Maurizio Garavaglia designed the present structure in 1864, replacing a church from 1500s of the same name located a nearby site. An engraving of the former church by Marc'Antonio Dal Re exists. The prior church had an icon depicting the Madonna del Buon Aiuto (Our Lady of Good Help), originally attributed to Lucas Cranach, donated by Countess Teresa Gordone Serbelloni when the Ottoman army was nearing the Siege of Vienna. That church accumulated a number of tombs of the aristocracy. The church was the site of disturbances during riots occurring in 1848. That older church was demolished during urban renewal in the second half of the 19th century.The church contains a neoclassic Monument to Karl Joseph von Firmian, who was plenipotentiary of Austrian Lombardy. The tomb sculpted by Giuseppe Franchi; it was restored after removal by French troops during the Napoleonic occupation.