EuroZoid
Discover The Most Popular Places In Europe

McFit Milano Certosa, Milan | Tourist Information


Via Pier Francesco Mola, 48
Milan, Italy 20156

0284960674

Gym/Physical Fitness Center Near McFit Milano Certosa

San Siro Primo Anello Blu
Distance: 1.5 mi Tourist Information
Piazzale Angelo Moratti
Milan, 20148

Stadio San Siro
Distance: 1.4 mi Tourist Information
Piazzale Angelo Moratti snc
Milan, 20151

Lo Stadio Giuseppe Meazza, noto come Stadio San Siro dal quartiere in cui è situato, è lo stadio di calcio della città di Milano, nonché il più capiente stadio italiano e uno degli impianti calcistici più famosi e prestigiosi d'Europa (tanto da essere stato soprannominato La Scala del Calcio). L'ultima imponente modifica dello stadio è stata realizzata per i mondiali di calcio del 1990. Ospita le partite casalinghe del Milan e dell'Inter.

Stadio San Siro
Distance: 1.4 mi Tourist Information
Piazzale Angelo Moratti snc
Milan, 20151

Lo Stadio Giuseppe Meazza, noto come Stadio San Siro dal quartiere in cui è situato, è lo stadio di calcio della città di Milano, nonché il più capiente stadio italiano e uno degli impianti calcistici più famosi e prestigiosi d'Europa (tanto da essere stato soprannominato La Scala del Calcio). L'ultima imponente modifica dello stadio è stata realizzata per i mondiali di calcio del 1990. Ospita le partite casalinghe del Milan e dell'Inter.

Muscular Nutrition Supplements
Distance: 1.2 mi Tourist Information
Sport & Food
Milan, 20152

3394995113

Non eseguo, penso. Non studio, apprendo. Non parlo, dialogo. Non copio, creo. Non comunico, trasmetto. Non guardo, osservo. Non pretendo, chiedo. Non confido, credo. Non salto, volo. Non valuto, approfondisco. Dunque se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco. Ale.

Joe Avezzano Stadium Home Seamen Milano
Distance: 1.3 mi Tourist Information
via Arona
Milan, 20149

Lido
Distance: 0.9 mi Tourist Information
Via Riccardo Galli 8
Milan,

026702881

Palestra Popolare Hurricane
Distance: 0.9 mi Tourist Information
Piazza Stuparich 18
Milan, 20148

Siamo ragazzi e ragazze, giovani e adulti, siamo metecci e precari, in una città dove sempre di piu' c'e' chi fomenta l'odio del povero contro il piu' povero, o contro chi ha meno diritti e vive una situazione ancora piu' precaria. Siamo quelli che vivono la città di Milano e che troppo spesso si trovano di fronte ai sui limiti piuttosto che alle sue opportunità. Anche per fare attività sportive nella nostra città bisogna scontrarsi contro l'inaccessibilità di impianti e attrezzature a causa di costi esorbitanti e a causa dell'assenza di spazi liberi e gratuiti dove praticare attività motorie e sportive. Sappiamo bene come ormai una delle attività fondamentali per la buona salute e per il benessere di una persona, lo sport, sia completamente venduta alle logiche di profitto: tra abbonamenti delle palestre, affitti degli spazi, corsi a costi esorbitanti, necessità delle attrezzature, eccetera, fare sport significa spendere un patrimonio! Per questo vogliamo aprire un nuovo spazio libero e aperto alla città dove ospitare una palestra popolare accessibile a tutti e autogestita: uno spazio dove intendere lo sport come incontro e scambio, come costruzione di relazioni, come contaminazione fra stili e culture diverse. Non certo luogo dove dare spazio ad attitudini allo scontro e alla sopraffazione, all'odio o all'intolleranza. Lo sport è uno dei mezzi più efficaci per spiegare anche ai più giovani cosa significhi l'uguaglianza e la solidarietà, come sotto il sudore della fatica così nella vita di tutti i giorni. Dare vita e costruire un progetto di palestra popolare, significa per noi farlo dentro il solco dell’autogestione, della messa in comune di risorse e saperi, per la costruzione di un luogo dove lo sport e’ passione e fatica, ma soprattutto voglia di allenarsi per migliorarsi senza mai abbassare la testa!

Piccolo Stadio San Siro
Distance: 0.8 mi Tourist Information
via Carlo Osma 9
Milan, 20151

02 33403959

Piccolo Stadio San Siro
Distance: 0.8 mi Tourist Information
via Carlo Osma 9
Milan, 20151

02 33403959

Boot Camp Milano
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Lorenteggio - Pagano - Montestella
Milan,

0236682698

Boot Camp Milano
Distance: 0.4 mi Tourist Information
Lorenteggio - Pagano - Montestella
Milan,

0236682698

Centro Pavesi Fipav
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Via Francesco De Lemene 3
Milan, 20151

0287213392

Centro Pavesi Fipav
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Via Francesco De Lemene 3
Milan, 20151

0287213392

Centro Sportivo Pavesi
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Via De Lemene, 3
Milan, 20151

02/87213392

Centro Sportivo Pavesi
Distance: 0.2 mi Tourist Information
Via De Lemene, 3
Milan, 20151

02/87213392

SERVIZIO DI CONSULENZA FITNESS E PERSONAL TRAINER
Distance: 0.1 mi Tourist Information
viale certosa 121
Milan, 20100

0039 338 3748518

Fuori Di Danza
Distance: 0.1 mi Tourist Information
Via Gallarate 50
Milan, 20151

023088183

Gail Richardson, coreografa e ballerina Inglese, direttrice dei corsi porta i suoi allievi ogni 2 anni nel più prestigioso Teatro di Milano con uno spettacolo unico ed originale. ModernJazz, Classica, Tip Tap, Hip Hop, VideoDance, Breaking, BabyDance, Canto e Recitazione..tutti corsi divisi a livelli e a fasce d'età. Musical in collaborazione con SDM, accademia leader in tutta Italia. Summer Camp di Musical. Stage con famosi insegnanti. Da 22 anni all'avanguardia su ogni disciplina.

Fuori Di Danza
Distance: 0.1 mi Tourist Information
Via Gallarate 50
Milan, 20151

023088183

Gail Richardson, coreografa e ballerina Inglese, direttrice dei corsi porta i suoi allievi ogni 2 anni nel più prestigioso Teatro di Milano con uno spettacolo unico ed originale. ModernJazz, Classica, Tip Tap, Hip Hop, VideoDance, Breaking, BabyDance, Canto e Recitazione..tutti corsi divisi a livelli e a fasce d'età. Musical in collaborazione con SDM, accademia leader in tutta Italia. Summer Camp di Musical. Stage con famosi insegnanti. Da 22 anni all'avanguardia su ogni disciplina.

Virgin Active Kennedy
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Viale Alcide De Gasperi, 2
Milan, 20151

800 914555

Virgin Active Kennedy
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Viale Alcide De Gasperi, 2
Milan, 20151

800 914555

Virgin Active Kennedy
Distance: 0.5 mi Tourist Information
Viale Alcide De Gasperi, 2
Milan, 20151

800 914555

CrossFit San Siro
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Via Gallarate 207
Milan, 20151

(339) 733-2185

CrossFit San Siro
Distance: 0.7 mi Tourist Information
Via Gallarate 207
Milan, 20151

(339) 733-2185

KEASYfit Milano Via Sapri
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Via Sapri 64
Milan,

0233408394

Situata in zona Viale Certosa, è l’ultima aperta delle palestre KEASYfit. Un ampio salone con una zona cardio sopraelevata, gode di buon parcheggio ed è facilmente raggiungibile grazie alla vicinanza alla tangenziale e ad altre arterie di Milano. Zona bimbi e coffe break completano la struttura.

KEASYfit Milano Via Sapri
Distance: 0.8 mi Tourist Information
Via Sapri 64
Milan,

0233408394

Situata in zona Viale Certosa, è l’ultima aperta delle palestre KEASYfit. Un ampio salone con una zona cardio sopraelevata, gode di buon parcheggio ed è facilmente raggiungibile grazie alla vicinanza alla tangenziale e ad altre arterie di Milano. Zona bimbi e coffe break completano la struttura.

Palestra Fit Harmony
Distance: 1.0 mi Tourist Information
Via 5 Maggio , 11
Milan, 20157

0297377525

Noi guardiamo non alle cose impossibili, ma alle soluzioni Certe volte le soluzioni sono più vicine di quanto pensiamo. Se continui a cercare, troverai la strada che ti porterà al raggiungimento del tuo obiettivo. Guarda il mondo con occhi nuovi! Colora la tua giornata di ottimismo! Tutto dipende dal modo in cui affronti le piccole cose della vita. Puoi cambiare la prospettiva sempre. Solo Tu puoi decidere di essere pienamente te stesso! Chi siamo? Un Team che ti offrirà tutti gli ingredienti per il tuo benessere!

ASD Sempione Half 1919
Distance: 1.1 mi Tourist Information
Via ALDINI, 77
Milan, 20156

Palafutura
Distance: 1.2 mi Tourist Information
via graf 74
Milan, 20157

023553056

Local Business Near McFit Milano Certosa

Non Si Dice
Distance: 1.5 mi Tourist Information
Via Guglielmo Silva n°40
Milan, Italy 20149

02 4808631

L'Europea Traslochi Milano
Distance: 1.4 mi Tourist Information
Piazzale Fratelli Zavattari, 6
Milan, Italy 20149

02 3035 6848

Istituto Clinico San Siro
Distance: 1.4 mi Tourist Information
Via Monreale, 18
Milan, Italy 20148

02 487851

Ospedale Clinica San Siro
Distance: 1.4 mi Tourist Information
ospedale
Milan, Italy 20148

EPC srl
Distance: 1.4 mi Tourist Information
Via Desiderio da Settignano 13
Milan, Italy 20129

00390229406459

Via Dessié 15 - San Siro V
Distance: 1.6 mi Tourist Information
Via Dessiè
Milan, Italy 20153

Cambio Look
Distance: 1.4 mi Tourist Information
3, VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO
Milan, Italy 20149

Consolato Russo A Milano
Distance: 1.4 mi Tourist Information
via Sant' Aquilino 3
Milan, Italy 20148

Lavasecco Ecologico
Distance: 1.4 mi Tourist Information
via sebastiano del piombo 5
Milan, Italy 20149

024817001

Salone Katia
Distance: 1.4 mi Tourist Information
Via Sebastiano del piombo 4
Milan, Italy 20149

024981190

STADIO MEAZZA-San Siro-MILANO
Distance: 1.5 mi Tourist Information
Piazzale Angelo Moratti
Milan, Italy 20151

Lycee Stendhal De Milan
Distance: 1.3 mi Tourist Information
Via Laveno
Milan, Italy 20148

02487961

ATM SpA
Distance: 1.3 mi Tourist Information
Vai Monte Rosa 89
Milan, Italy 20149

Le giuggiole di flo
Distance: 1.4 mi Tourist Information
zona fiera
Milan, Italy 20149

inter
Distance: 1.5 mi Tourist Information
STADIO SAN SIRO
Milan, Italy 22070

staff tecnico 2010/11 allenatore Leonardo viceallenatore Giuseppe Baresi assistente allenatore Daniele Bernazzani allenatore portieri Alessandro Nista preparatore atletico Stefano Rapetti area medica responsabile area medico sanitaria Franco Combi medico Giorgio Panico area riabilitativa massofisioterapista Marco Dellacasa massofisioterapista Massimo Dellacasa massofisioterapista Luigi Sessolo terapista della riabilitazione Andrea Galli terapista della riabilitazione Alberto Galbiati STORIA di rivolta, una ribellione calcistica che si ritroverà lungo tutta la sua storia più che centennale. Nata in un ristorante, nel centro di Milano, un locale che allora - era il 1908 - radunava gli intellettuali della città. Era la sera del 9 marzo. La sera del 9 marzo 1908, un gruppo di dissidenti del Milan Cricket and Football Club decide di fondare una nuova società. Alla base della scelta l'insoddisfazione e la voglia di lavorare con criteri diversi, meno rigidi. È così che inizia la storia dell'Inter o, per essere precisi, del Football Club Internazionale di Milano. I soci fondatori sono il pittore Giorgio Muggiani, Boschard, Lana, Bertolini, Fernando De Osma, Enrico, Carlo e Arturo Hinterman, Pietro Dell'Oro, Ugo e Hans Rietman, Voelkel, Maner, Wipf e Carlo Ardussi. E' la preistoria del calcio, c'è incertezza su molti particolari, la stessa grafia dei nomi Maner e Rietman è dubbia. Certa, invece, la nomina del primo presidente, Giovanni Paramithiotti, veneziano di nascita, mentre il pittore Muggiani assume la carica di segretario e inventa lo stemma: le sigle "FCIM" intrecciate in campo oro, chiuso da due cerchi, uno nero e uno azzurro, i colori della notte e del cielo. Nel 1909 Ettore Strass subentra a Paramithiotti. Poi la presidenza passa a Carlo De Medici e, nel 1910, arriva il primo scudetto, strappato alla Pro Vercelli dopo un velenoso spareggio. La formazione: Campelli; Fronte, Zoller; Yenni, Fossati, Stebler; Capra, Peyer, Peterly, Aebi, Schuler. Allenatore Virgilio Fossati. Nomi di eroi in bianco e nero, con indumenti sportivi molto vicini a quelli civili dell'epoca, protagonisti su campi spelacchiati, in stadi difficili da immaginare oggi. I giornali dell'epoca concedevano poco spazio al calcio. Gli ha reso onore la storia più della cronaca. Nel 1912 prende la presidenza Emilio Hirzel per un periodo di normale amministrazione. Nel 1914 il comando passa prima a Luigi Ansbacher e poi a Giuseppe Visconti di Modrone, che resta in carica per cinque anni, coprendo il tempo caotico della Grande Guerra. Passato il periodo difficilissimo dei bombardamenti, degli atleti morti sul fronte per rispondere alla chiamata della Patria, l'Inter riesce a recuperare la grinta, la voglia di sognare e di far sognare. I tifosi aumentano, il nerazzurro diventa una bandiera, la Milano dei "bauscia" comincia a differenziarsi da quella dei "cacciaviti" rossoneri. Nel primo torneo di Campionato organizzato nel dopoguerra l'Inter vince il secondo scudetto, dopo aver battuto il Livorno per 3-2. È il 20 giugno 1920 e sono trascorsi dieci anni dal primo trionfo. La formazione: Campelli: Francesconi, Beltrami; Milesi, Fossati II, Scheidler; Conti, Aebi, Agradi, Cevenini III, Asti. Allenatore Nino Resegotti. Dopo Giorgio Hulss e Francesco Mauro, nel 1923 sale alla presidenza Enrico Olivetti. Durante il successivo periodo fascista, non piace l'apertura "internazionale" che deriva dal nome della squadra. E così, nell'estate del 1928, viene annunciato l'accordo di fusione con un'altra società della città, l'Unione Sportiva Milanese. Il nome cambia in Società Sportiva Ambrosiana (da Sant'Ambrogio, patrono di Milano dopo esserne stato Vescovo). Inizialmente cambia persino la maglia (bianca, segnata dal Fascio Littorio e dallo stemma di Milano), ma tornerà presto nerazzurra. E anche il nome Inter, nel 1932, sarà abbinato a quello di Ambrosiana, che intanto nella stagione '29-'30, allenata dall'ungherese Arpàd Veisz, vince il primo campionato a girone unico (la formazione: Degani; Gianfardoni, Allemandi; Rivolta, Viani, Castellazzi; Visentin, Serantoni, Meazza, Blasevich, Conti). L'abbinamento Ambrosiana-Inter dura 13 anni, con quattro presidenti (Turrusio, Simonotti, Pozzani e Masseroni), lo scudetto '37-'38 (la formazione: Peruchetti; Buonocore, Setti; Locatelli, Olmi, Antona; Frossi, Ferrara, Meazza, Ferrari, Ferraris II; allenatore Armando Castellazzi) e quello '39-40 (la formazione: Peruchetti; Poli, Setti; Locatelli, Olmi, Campatelli; Frossi, Demaria, Guarneri, Candiani, Ferraris II; allenatore Tony Cargnelli), la prima Coppa Italia ('38-'39). Sono tutte queste l'Inter di Giuseppe Meazza, detto "Il Balilla", il primo grande personaggio della storia del calcio, l'uomo che fa innamorare i tifosi e le donne, che gira per Milano a bordo delle autovetture da ricchi, che ancora oggi viene considerato il più grande di tutti e di tutti i tempi. L'Inter è bizzarra, a volte fragile, a volte straordinaria, si oppone allo strapotere dei 5 scudetti consecutivi della Juventus, si identifica completamente in Meazza, campione nel senso più moderno del termine, costruttore e finalizzatore del gioco. Primo gol in maglia nerazzurra a 17 anni, un mese e 4 giorni, il 27 settembre 1927 sul campo di via Goldoni contro la Dominante Genova superata per 6-1. Ultimo gol, il numero 247, il 13 aprile 1947 in Inter-Triestina. In mezzo la storia di un ragazzo milanese, nato il 1910 a Porta Vittoria, diventato leggenda: 433 gare in serie A, un totale di 278 reti (inferiore solo al primato da 290 di Silvio Piola), interista sempre pentito di aver indossato, per ragioni economiche, le divise di Milan, Juventus, Verona e Atalanta. Tre volte capocannoniere del campionato, 53 presenze in Nazionale e 33 gol, campione del mondo nel '34 e nel 1938. Come in tutte le leggende, il finale è particolare. Meazza, nel campionato '39-'40, concluso con la vittoria del titolo in volata sul Bologna, fa parte della rosa dei calciatori a disposizione di Tony Cargnelli, però non gioca neppure una partita, bloccato dal cosiddetto "piede gelato", la vasocostrizione di un'arteria non permette il regolare afflusso del sangue. Uomo di mondo, dopo 13 stagioni consecutive nell'Inter e le parentesi nelle squadre che neppure voleva ricordare (si giustificava: "erano anni difficili, i tempi della guerra... "), Meazza torna all'Inter da giocatore-allenatore a trentasei anni suonati, per poi continuare la carriera solo da tecnico, lavorando anche e ancora per la causa nerazzurra, ma concedendosi esperienze in Turchia (al Besiktas) e in Nazionale. E' morto nel 1979 e ora riposa, insieme con i grandi che hanno scritto la storia di Milano, al Famedio del cimitero Monumentale. Nel marzo 1980 gli è stato intitolato lo stadio di San Siro, costruito tra il 1° agosto 1925 e il 15 settembre 1926, quindi ampliato e rivisto sino ai giorni nostri. Otto giorni dopo la celebrazione del 5° scudetto interista, il primo senza Meazza, l'Italia entra in guerra. Il calcio, tra dolori e rovine, prova a sopravvivere, ma non riesce comunque a far sognare la gente. Nel 1942, nel pieno del secondo conflitto mondiale, presidente della società nerazzurra viene nominato Carlo Masseroni. Resterà al comando della Società per 13 anni. E' lui ad annunciare, sabato 27 ottobre 1945, che "l'Ambrosiana torna a chiamarsi solo Internazionale". I tifosi festeggiano, la gente rivede la luce dopo il buio del regime e della seconda guerra, nasce il Grande Torino di Valentino Mazzola che diventerà leggenda dopo la tragedia aerea di Superga. L'Inter di Masseroni alterna campioni e "bidoni", comincia però a costruire la squadra che vincerà due scudetti consecutivi. In questo periodo i personaggi di spicco sono Benito "Veleno" Lorenzi, il grande nemico del Milan, attaccante toscano bravo con i piedi e con le parole, sempre pungente e trainante; e poi l'apolide Stefano Nyers (francese di genitori ungheresi), il biondissimo svedese Lennart Skoglund bruciato da una vita maledetta e dall'alcol, l'olandese volante Faas Servaas Wilkes. Un attacco formidabile, un gruppo che certifica il dna particolare dell'Inter, bella e stranamore, squadra gioie e dolori. In porta un altro personaggio da prima pagina, Giorgio "Kamikaze" Ghezzi. A mettere ordine tattico a un gruppo bello e impossibile ci pensa un tecnico poco amato dalla critica, ma vincente nei fatti: Alfredo Foni. Portano la sua firma due scudetti consecutivi. Il primo (campionato '52-'53) conquistato con questa formazione titolare: Ghezzi; Blason, Giacomazzi; Neri, Giovannini, Nesti; Armano, Mazza, Lorenzi, Skoglund, Nyers. Nasce con quest'Inter il cosiddetto "catenaccio", l'arte di sapersi difendere. Foni, per smentire le critiche, l'anno dopo concede più corda alla squadra, che offre un gioco più spettacolare (memorabile il 6-0 rifilato alla Juventus) ed è ancora scudetto ('53-'54). Questa la formazione titolare: Ghezzi; Vincenzi, Giacomazzi; Neri, Giovannini, Nesti; Armano, Mazza, Lorenzi, Skoglund, Nyers. CARATTERISTICHE SAN SIRO CARATTERISTICHE TECNICHE -Dimensioni del campo : 105 x 68 metri. -Posti in tribuna Stampa : 196 -Capienza totale : 80.065 posti. -Copertura totale di tutte le tribune -Fossato di separazione dal campo di gioco -Tabelloni elettronici : 2 -Preriscaldamento del campo -Telone di copertura totale del campo -Impianto TV a circuito chiuso interno ed esterno -Parcheggio sotterraneo giocatori ed arbitri

Deep VV
Distance: 1.3 mi Tourist Information
Via de perdenti
Milan, Italy 12345

Museo di San Siro, Milano
Distance: 1.5 mi Tourist Information
Piazzale Angelo Moratti
Milan, Italy 20151

+39 02 4042432

Sala Arancio San Siro
Distance: 1.5 mi Tourist Information
via dei Piccolomini, 5
Milan, Italy 20151

02 487 004 57

Il Sole 24 ORE - Radio 24
Distance: 1.3 mi Tourist Information
Via Monte Rosa 91
Milan, Italy 20149

800240024

Curva Sud Milano, San Siro
Distance: 1.5 mi Tourist Information
Via dei Piccolomini, 5
Milan, Italy 20148

02 487 004 57